L’EPA

Che cos’è l’EPA?

L’EPA o acido Eicosapentaenoico, è un acido grasso omega-3 presente nel grasso dei pesci d’acqua fredda Insieme al DHA (acido decosaesaenoico), sono i due acidi grassi omega-3 più importanti per la salute umana. Non possono essere prodotti dall’organismo e possono essere ottenuti solo dai cibi.

Perché è importante integrare l’alimentazione con l’EPA?

Secondo diverse organizzazioni di tutto il mondo, la dose minima giornaliera raccomandata di Omega-3 (EPA e/o DHA) è di 1.000 mg/giorno.

È stato osservato che la dieta moderna (inclusa quella Mediterranea) è in molti casi carente di Omega-3 (nonostante il consumo di pesce).

Nota: In base al comunicato del 26 giugno 2012 del Gruppo di esperti della EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), il consumo fino a 1,8 g EPA/giorno è assolutamente sicuro per la popolazione adulta.

Cosa mi apporta l’EPA?

Nell’età adulta, vi è una tendenza a consumare in eccesso un tipo di grasso omega-6 denominato acido arachidonico (AA) (presente in carne, burro, formaggio ecc.) Anche se l’AA è un grasso molto importante e necessario (ad esempio, per il cervello), un consumo eccessivo di alimenti di origine animale ricchi di AA, provoca un accumulo eccessivo di quest’acido grasso nella membrana cellulare o “cordone grasso” che circonda le cellule del nostro organismo. È noto che un eccesso di AA provoca una maggiore propensione di qualsiasi processo a un’infiammazione duratura.

È stato dimostrato che l’EPA è in grado di competere con l’AA, in modo da ammortizzare gli effetti nocivi provocati da un eventuale eccesso di arachidonici.

Inoltre, l’EPA è un nutriente interessante da considerare come supporto al sistema cardiovascolare nell’età adulta.